ORATA (Sparus Aurata)

Orata

L’orata è un pesce appartenente alla famiglia degli Sparidi e all’ordine dei perciformi.
Ha un corpo ovale, compresso lateralmente con una testa corta e massiccia. L’occhio si presenta tondo e di medie dimensioni, mentre la mandibola è più breve della mascella superiore. I suoi denti sono molto caratteristici, presentano una serie di incisivi e molari nella parte superiore ed inferiore grazie ai quali sminuzza molluschi e crostacei. Ha la gote munita di squame.
L’orata ha una colorazione azzurro argentea, con riflessi dorati. Presenta una macchia dorata su ogni guancia e un’altra in fronte a forma di mezzaluna che unisce i due occhi, da qui il nome. Altra caratteristica peculiare è la grande macchia bruna che l'orata ha sul margine superiore dell’opercolo. Può raggiungere una lunghezza di 70 cm ed i cinque chili di peso.
L’orata è una specie di notevole importanza nel Mediterraneo molto pregiata e molto richiesta sul mercato.
Vive lungo la fascia costiera su fondali sabbiosi e rocciosi fino ad una profondità di 30-40 metri.
Allo stato giovanile vive in branchi non molto numerosi, mentre in età adulta vive isolata.
Si riproduce in autunno in mare aperto. Si pesca con i tramagli, con i palangresi galleggianti e con la rete a strascico.
E’ una specie molto pregiata per la gustosità delle sue carni bianche, ottime e saporite. Si può preparare alla griglia, al cartoccio, ripiena e lessata, e al forno.

Orata al cartoccio

Ingredienti per 4 persone

4 orate da porzione (250 grammi circa ciascuna), 200 g di pomodorini datterini, 2 o 3 spicchi di aglio, olio di oliva extra vergine q.b., un mazzetto di prezzemolo, sale q.b., pepe q.b.

 

Procedimento

Pulite le orate e squamatele accuratamente. Lavate e tagliate i pomodorini a metà, pulite, lavate il prezzemolo e tritatelo, pulite l’aglio e tagliatelo a fettine. Preparate quattro fogli di alluminio o di carta forno adatti a contenere le orate (per facilitare questa operazione potete tagliare la coda alle orate). Condite la cavità delle orate con sale e pepe, e metteteci dentro un po’ di aglio e di prezzemolo. Deponete un’orata al centro di ogni foglio e distribuiteci sopra l’aglio e il prezzemolo rimasti, poi i pomodorini divisi equamente, e completate con un filo d’olio e una spolverata di sale e di pepe. Chiudete i cartocci con cura e deponeteli su di una teglia, versateci dentro un po’ di acqua fino a raggiungere l’altezza di un dito. Infornate nel forno caldo a 180 gradi e cuocete per una ventina di minuti; a cottura ultimata dovreste iniziare a sentire il profumo del pesce. Deponente i cartocci chiusi su dei piatti individuali e servite subito, i commensali li apriranno in tavola e potranno sentire gli aromi che si sprigioneranno.

ricetta-orata-al-cartoccio