OMICIDIO GALLUCCIO: IL CAAN INTITOLA LA GALLERIA ORTOFRUTTA AL GIOVANE UCCISO

Ad un anno esatto dai tragici avvenimenti del 7 luglio 2015, in cui perse la vita il 23enne Giovanni Galluccio della ditta La California, il CAAN, su proposta dei familiari della vittima e di concerto con il Socio di Maggioranza Comune di Napoli e le associazioni di categoria, ha deciso di intitolare alla memoria del giovane la Galleria del Mercato Ortofrutticolo.

Questa mattina, alle ore 9:30, nella Sala Cogressi della Palazzina Facchinaggio è stata celebrata una Messa commemorativa. Un momento di raccoglimento e preghiera fortemente voluto dalla famiglia Galluccio e da quanti erano legati a Giovanni.

Dopo la celebrazione liturgica, all'ingresso della Galleria del Mercato Ortofrutticolo, alla presenza del consigliere comunale e metropolitano di Napoli David Lebro - in rappresentanza del sindaco De Magistris - e del consigliere di amministrazione Antonio Musella e della presidente del Collegio sindacale Monica Franzese - in rappresentanza dei vertici CAAN - la madre del giovane lavoratore ucciso ha scoperto la targa dedicata al figlio.

targa Galluccio

Un gesto simbolico che vuole rimarcare la vicinanza del CAAN alla famiglia Galluccio, ancora duramente provata dalla grave perdita, ma anche servire da monito presso le Autorità compententi al fine di garantire la massima sicurezza e legalità ad una cittadella mercatale che quotidianamente ospita più di 2mila persone.

Il CAAN molto ha investito per dotare la struttura di moderno impianto di videosorveglianza. Ed è stato proprio grazie ad esso - come ha ricordato il consigliere Musella - che le Forze dell'Ordine, quella maledetta mattina del 7 luglio 2015, sono riuscite ad invididuare e ad assicurare alla Giustizia, in tempi lampo, gli infami esecutori di quel terribile delitto. Adesso i prossimi step saranno l'attivazione di un Centro di soccorso medico e di un Presidio di Forze di Polizia interno al Centro.

Per vedere i video della cerimonia di intitolazione della Galleria clicca qui.