ORARIO DIURNO DEI MERCATI - IL PRESIDENTE GIORDANO: "LA PAROLA AGLI OPERATORI"

Rendere le attività dei mercati all’ingrosso non più notturne ma diurne. E’ questo il tema più dibattuto nelle ultime settimane tra addetti ai lavori del mondo ortofrutticolo, associazioni di categoria e non solo. Un argomento ancora controverso, per anni considerato un vero e proprio tabu, riportato alla ribalta in quest’ultimo periodo da Fedagromercati che, sotto la spinta in particolare del Gruppo Giovani della Federazione, ha deciso di avviare un percorso comune, a livello nazionale, per arrivare a questo vero e proprio cambiamento epocale.

mercato frutta verdura

Tra gli operatori della filiera agroalimentare, infatti, sta crescendo la consapevolezza che quello attuale sia un contesto economico profondamente mutato rispetto al passato e che molte siano le implicazioni negative del lavorare di notte: incremento dei costi per le imprese (si stima quasi un +35%), difficoltà a trovare nuovi e validi collaboratori specie tra le nuove generazioni, problematicità di dialogo con la media e grande distribuzione.

“Il CAAN è sicuramente disponibile a raccogliere questa delicata sfida e a farsi portavoce di questo rinnovamento presso gli Enti e le sedi competenti ma solo e soltanto se alle spalle vi è una condivisa volontà dei nostri operatori”. A dichiararlo è Carmine Giordano, il giovanissimo presidente del Centro agroalimentare di Napoli.

“Sono convinto che lo spostamento diurno delle attività mercatali sia fondamentale per il futuro delle imprese agroalimentari e per dare nuovo slancio alla categoria, tuttavia – ha aggiunto il 39enne Giordano – sono consapevole dell’esistenza di uno zoccolo duro di operatori tradizionalmente legato al vecchio modo di fare mercato, che va tutelato e rispettato. Esempi come quelli del CAR di Roma ci dimostrano che cambiamenti simili hanno bisogno di tempo per essere metabolizzati ma è nostra intenzione riprendere il dialogo su questo argomento e avviare forme di consultazione con tutte le imprese del Centro”.

carmine