FRUIT LOGISTICA: IL CAAN A BERLINO CON ITALMERCATI

Con i suoi 2.800 espositori  provenienti da ben 84 Paesi e 65.000 tra buyers e operatori professionali, Fruit Logistica a Berlino si conferma la principale piattaforma di interscambio e vetrina internazionale del mondo dell’ortofrutta. Quale contesto migliore, dunque, per presentare ufficialmente all’estero ItalMercati, la rete di imprese costituita meno di un anno fa dai principali Centri agroalimentari italiani?

Giovedì 4 febbraio, alle 11:30, i rappresentati del Comitato di Gestione ItalMercati,  Fabio Massimo Pallottini (CAR), Angelo Falchetti (Mercafir), Carmine Giordano (CAAN), Stefano Zani (SogeMi), Ottavio Guala (CAAT), Paolo Merci (VeronaMercato) e Andrea Segrè (CAAB) hanno dato appuntamento ad organizzazioni di settore e stampa specializzata presso il loro stand (hall 2.2., D 09a) per illustrare il ruolo dell’associazione nel contesto nazionale ed estero, le attività intraprese nel primo anno e i progetti per il 2016.

IMG 5527

I 7 mercati della Rete esprimono un giro d’affari di oltre sei miliardi di euro l’anno e rappresentano il 70% della movimentazione di ortofrutta nazionale. Finora la Rete ha realizzato un bando europeo per il risparmio di energia ed un protocollo sulla sicurezza alimentare. Tra i prossimi progetti, invece, l’esenzione dall’IMU per le aree mercatali e la definizioni di buone pratiche per il recupero dell’invenduto.

Nel corso dell’incontro a Berlino – che  ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente dell’associazione mondiale dei Mercati WUWM Manuel Estrada – il presidente di ItalMercati Pallottini ha evidenziato che in un settore che, per traffici di prodotti, si presenta fortemente globalizzato, le parole d’ordine non possono che essere sinergia e cooperazione. Da qui lo sforzo di superare certe chiusure e certi steccati, soprattutto in Italia molto consolidati, e costituire questo network che deve necessariamente interfacciarsi con il network internazionale.

IMG 5529